Il market abuse si verifica quando gli investitori dei mercati finanziari vengono svantaggiati, in maniera diretta o indiretta da altri soggetti attraverso la diffusione di informazioni non note al pubblico e può avvenire in diversi modi, ma la causa che lo rende un’azione che rappresenta a tutti gli effetti un reato perseguibile per legge è rappresentata da un elemento preciso: la diffusione illecita di “informazioni privilegiate”, ovvero informazioni che non dovrebbero essere condivise non essendo di dominio pubblico. 

Il reato del market abuse può essere diviso in due differenti pratiche illecite:

  • Insider trading
  • Manipolazione di mercato

 

Insider Trading

La pratica di Insider trading è un reato previsto dal codice italiano e internazionale che avviene quando viene sfruttato il possesso di informazioni privilegiate, che sono state acquisite per mezzo di una posizione di favore all’interno dell’azienda, così da causare una manipolazione del mercato finanziario ed ottenere per conto proprio o per conto di terze persone la possibilità di effettuare operazioni più redditizie a discapito degli investitori privi di tali informazioni.

Il concetto di insider trading che ha trovato diverse applicazioni nell’ordinamento italiano, ed in particolare nel Testo Unico della Finanza (TUF) ha due diverse tipologie di negoziazioni che possono essere ad esso collegate:

  • la negoziazione di titoli dell’azienda fondata su informazioni non note al pubblico e fatte da soggetti sia interni, sia esterni all’azienda
  • la negoziazione di titoli di un’azienda attuata da parte di soggetti interni alla stessa, ma non basata su informazioni privilegiate

Informazioni privilegiate

L’utilizzo di “informazioni privilegiate” è in grado di rappresentare un importante vantaggio competitivo, per questo motivo il possesso di tali informazioni e la sua diffusione rappresenta il mezzo attraverso cui avviene la pratica di insider trading.

Per dare una definizione più chiara rispetto alle “informazioni privilegiate” è possibile fare riferimento all’articolo 7 del Regolamento (UE) N. 596/2014 del parlamento europeo e del consiglio del 16 aprile 2014 relativo agli abusi di mercato.

Secondo l’articolo 7 con informazioni privilegiate si intende: “un’informazione avente un carattere preciso, che non è stata resa pubblica, concernente, direttamente o indirettamente, uno o più emittenti o uno o più strumenti finanziari, e che, se resa pubblica, potrebbe avere un effetto significativo sui prezzi di tali strumenti finanziari o sui prezzi di strumenti finanziari derivati collegati”.

Manipolazione di mercato

 

Secondo il regolamento sugli abusi di mercato MAR creato dall’Unione Europea per assicurare trasparenza sui mercati, ci sono  tre tipi di abusi che è possibile si verifichino:

  • manipolazione del mercato che avviene tramite l’invio di segnali fuorvianti in merito all’offerta, alla domanda o al prezzo di uno strumento finanziario 
  • abuso di informazioni privilegiate che avviene  attraverso l’acquisto o la cessione di strumenti finanziari condotta da una persona che è a conoscenza di informazioni privilegiate 
  • comunicazione illecita di informazioni privilegiate che avviene attraverso la comunicazione di informazioni privilegiate da parte di una persona ad altre 

Market Abuse: le soluzioni per contrastarla

I rischi di incorrere in azioni in grado di causare manipolazioni di mercato rappresentano una problematica molto attuale quanto critica per le società, che secondo l’art 180 t.u possono essere sanzionate al verificarsi di una moltitudine di azioni intraprese da parte di persone ad esse collegate, considerate illecite poiché in grado di creare vantaggio competitivo in funzione del possesso di “informazioni privilegiate”.

La protezione delle informazioni è dunque essenziale al fine di poter affrontare in modo ottimale gli attacchi che possono:

  • essere esterni
  • derivare da complicità interne
  • essere la conseguenza di comportamenti errati
  • essere causati da controlli carenti

Per questo motivo, affidarsi ad aziende in grado di offrire il supporto necessario per adempiere alle normative europee in tema di Market Abuse risulta oggi essenziale per evitare di incappare in problematiche di questo tipo. 

In Go Up Consulting offriamo ai nostri clienti la soluzione, attraverso lo sviluppo software per una gestione ottimizzata dei processi che garantisca la conformità con il regolamento UE sugli abusi di mercato (MAR). 

Contattaci per ricevere maggiori informazioni scrivendo a: info@goupsrl.it

CONTATTI

GO UP CONSULTING S.R.L.

Largo Luigi Mercantini, 13 43125 Parma (PR)

Tel.+39 0521 030615
Fax +39 0521 1911699

info@goupsrl.it

SCRIVICI

Richiesta di consenso, art. 7 GDPR 2016/679 (Privacy)

1 + 9 =